Elettrodomestici da incasso
e da libera Installazione.

Contatti

Bonus elettrodomestici: cos’è, a chi spetta e come ottenerlo

La legge di bilancio 2021 ha confermato il bonus elettrodomestici e quindi la detrazione del 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici per arredare una casa oggetto di lavori di ristrutturazione.

Questa agevolazione può essere sfruttata anche senza ristrutturazione ma ad una sola condizione, specificata dall’agenzia delle entrate.

Vediamo insieme in cosa consiste e come funziona il bonus, nonché i requisiti per richiederlo e su quali elettrodomestici utilizzarlo.

Cos’è e come funziona il bonus elettrodomestici?

Il bonus elettrodomestici consiste in una detrazione fiscale del 50% sulla spesa sostenuta per l’acquisto di elettrodomestici destinati ad uso privato.

L’ importo massimo sul quale calcolare il bonus è di 16.000 euro (su acquisti effettuati fino al 31 dicembre 2021).

Su questo importo, va poi calcolata la quota di detrazione pari al 50%: questa somma sarà poi suddivisa in 10 quote annuali, utilizzabili in riduzione delle tasse in sede di dichiarazione dei redditi.

È fondamentale ricordare, poi, che l’immobile al quale sono destinati gli elettrodomestici deve essere oggetto di ristrutturazione iniziata precedentemente all’acquisto degli stessi.

A chi spetta?

In generale, il bonus elettrodomestici può essere richiesto da proprietari (o nudi proprietari) dell’immobile; affittuari o soggetti in comodato d’uso; soci di cooperative, società individuali semplici, Sas o Snc e imprenditori individuali che non utilizzano l’immobile per uso strumentale.

In tutti questi casi, per ottenere il bonus, è necessario che l’immobile sia oggetto di ristrutturazione.

Ma come ottenere il bonus elettrodomestici senza ristrutturazione?

Per usufruire del bonus, è sufficiente aver effettuato lavori di ristrutturazione durante l’anno precedente a quello di riferimento.

Quindi, se ad esempio acquistiamo elettrodomestici nel 2021, ma abbiamo effettuato opere di ristrutturazione nel 2020 (sull’immobile a cui sono destinati gli elettrodomestici) possiamo ugualmente richiedere il bonus.

Come ottenerlo?

STEP 1. Per ricevere il bonus elettrodomestici, è necessario segnalare i costi sostenuti per l’acquisto degli stessi all’interno della dichiarazione annuale dei redditi, mediante modello 730 o modello redditi delle persone fisiche.

È quindi fondamentale dimostrare ed attestare il pagamento tramite l’impiego di mezzi effettivamente tracciabili come:

  • carta di credito o di debito
  • bonifico bancario

Assegni bancari, contanti o altri mezzi non sono accettati ai fini dell’attestazione dell’avvenuto acquisto.

Qualora si voglia far rientrare nella detrazione anche le spese sostenute per trasporto e montaggio degli elettrodomestici, le modalità da rispettare sono le stesse.

STEP 2. Dopo aver presentato i documenti che attestano gli avvenuti pagamenti per la dichiarazione dei redditi, è necessario fare comunicazione all‘Enea dei lavori effettuati nell’immobile.

Questa comunicazione deve avvenire entro 90 giorni dal collaudo di fine lavori registrandosi al sito enea.it nella sezione bonus casa 2021.

Bisogna poi ricordare che, ai fini della registrazione a tale portale, le persone fisiche devono essere in possesso di credenziali SPID.

Su quali elettrodomestici può essere utilizzato il bonus?

Gli elettrodomestici che consentono di fruire del bonus devono essere di classe energetica non inferiore ad A+ e sono:

  • frigoriferi
  • lavatrici
  • lavastoviglie
  • congelatori
  • lavasciuga e asciugatrici
  • apparecchi per la cottura
  • stufe elettriche
  • forni a microonde
  • piastre riscaldanti elettriche
  • apparecchi elettrici di riscaldamento
  • radiatori elettrici
  • ventilatori elettrici
  • apparecchi per il condizionamento

Inoltre, il bonus può essere richiesto anche per l’acquisto di mobili come letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione.

Nella lista non sono inclusi invece porte, pavimentazioni e tendaggi.

Per ricapitolare:

il bonus elettrodomestici consente di ottenere una detrazione fiscale pari al 50% sulle spese sostenute per mobili ed elettrodomestici da destinare ad un’abitazione oggetto di ristrutturazione

  • la richiesta del bonus è valida anche nel caso in cui la ristrutturazione sia avvenuta nell’anno precedente all’acquisto degli elettrodomestici

  • il bonus consiste in una detrazione fiscale, da ripartire in 10 anni, e non in uno sconto in fattura sul prezzo d’acquisto.

  • Le richieste per ottenere il bonus possono essere fatte sul portale dell’Enea entro il 31 Dicembre 2021.

Se vuoi più informazioni sul bonus elettrodomestici e trovare i prodotti più adatti per usufruirne, non esitare a contattarci premendo sul tasto qui in basso.